I mezzi di trasporto nell’era di Picasso

Come tutti noi sappiamo Pablo Picasso è nato a Malaga precisamente il 25 ottobre del 1881 ed è morto a Mougins l’8 aprile del 1973.

La domanda è semplice: come si è evoluto il mondo dei trasporti dalla fine dell’ottocento ai – quasi – inizi dell’anno 2000? Ripercorriamo le varie tappe di quest’industria fino ad un focus vero e proprio sui moderni mezzi che consentono anche ai bambini di percorrere distanze considerevoli con pochissimi sforzi.

Un po’ di storia

Fin dall’antichità, l’uomo ha cercato di studiare un metodo efficace per spostare merci e persone: vediamo come si sono evoluti questi con il passare del tempo.

I primissimi mezzi di trasporto erano nient’altro che degli scivoli rudimentali ottenuti da tronchi di alberi: servivano per trasportare dei carichi pesanti impossibili per l’essere umano. Ovviamente una delle più grandi invenzioni dell’uomo è la ruota: oggetto questo che ha permesso la realizzazione del mondo del trasporto come lo conosciamo oggi.

L’introduzione della ruota, avvenuta nel 3500 a.C circa, attraverso il lavoro dei Sumeri, ha portato alla realizzazione dei carri. Questi ultimi prima venivano spostati da uno o più uomini, successivamente tale lavoro è stato passato alle bestie: muli, cavalli e via dicendo.

Per oltre 5000 anni sono stati il mezzo di trasporto più efficiente su strada.

La vera rivoluzione

La vera rivoluzione dei trasporti arrivò solamente nel 1780, quando James Watt costruì il primo motore a vapore, adattato successivamente anche al movimento dei veicoli. Ecco quindi che George Stephenson realizzò nel 1829 la prima ferrovia ed il primo treno a carbone (e quindi quasi 50 anni prima della nascita di Picasso!!).

La prima ferrovia fu inaugurata in Inghilterra nel 1825 e da lì in avanti il mondo è stato cambiato profondamente, soprattutto lo scambio economico e sociale tra le varie Nazioni / Stati.

La storia dei camion, così come quella delle automobili, è iniziata precisamente nel 1876 con l’invenzione del motore a scoppio di Nikolaus August Otto. Karl Benz, Gottlieb Daimler e Rudolf Diesel siamo arrivati alla svolta del secolo con le invenzioni a cui tutti possiamo arrivare, controllando i cognomi degli scienziati!

Picasso ed i trasporti

Picasso ha praticamente vissuto in pieno la nascita dei moderni sistemi di trasporto. Rudimentali, inquinanti e via dicendo, ma ha assistito alla nascita di uno dei settori tecnologicamente più avanzati di oggi. Fortunatamente oggi le recenti scoperte stanno facendo deviare le case automobilistiche verso le auto elettriche, che non produco Co2 e tutta una serie di polveri sottili tossiche per l’uomo e per l’ambiente circostante.

Il futuro dell’industria dei trasporti

Proprio come accennato ad inizio articolo, ad oggi i bambini (anche di 10 anni) possono ricoprire distanze abbastanza lunghe – 10, 20 km – con degli skateboard elettrici. Cercando su Google ci sono tantissimi articoli di settore, come questo che parla del miglior skateboard elettrico, ti consiglio di dargli un’occhiata e di riflette su come il mondo ha bisogno di essere cambiato. Grazie per la lettura!